DEAD ASSEMBLY CREW

500x707_4224_Phish_Food_2d_girl_woman_portrait_picture_image_digital_art

“Risorti dal torpore della ragione per dare forma alle trame dell’arte, proponendo musica, iniziative culturali e intrattenimento spicciolo. In lotta con la promulgazione dell’ideale distopico, affinché la rivalsa sociale sia crescita emotiva contro le avversità della sorte. L’irrealtà di Carroll, le chimere di Milton e la metà oscura di Thomas, nella più grande alleanza di cui la storia non avrà mai memoria.” Angel, per la Dead Assembly Crew

La Dead Assembly Crew nasce per riunire sotto uno stesso stendardo tutti coloro che, condividendo sogni, ideali e passioni tra le più svariate, intendono supportare attivamente il progetto. Volete entrarne a far parte, aderendo a questa bizzarra iniziativa? Scrivete a crew@balancethearmony.com per inviarci le vostre idee e proposte, noi cercheremo di dare loro una forma concreta all’interno di questo mondo. Valuteremo attentamente ogni messaggio e se tutto andrà per il verso giusto, vedrete quel piccolo frammento del vostro operato entrare a far parte dell’universo di Balance The Armony, con tanto di riconoscimento e dedica personalizzata, assieme a voi e il resto della Crew.

Se questo non bastasse? Easy man, non c’è motivo di allarmarsi. Direttamente dalla Glassline di Lost London, una moderna Babilonia immersa tra i ruderi avveneristici di un “futuro dimenticato”, il nostro Dj Sl@iN trasmette nell’etere –everywhere dudeLa Sveglia dell’Albatro, un programma radiofonico seguito da migliaia di reietti e ribelli che hanno smarrito la loro strada sotto l’egemonia del tiranno.

dj slain provvisorio

Un quarantenne (ma almeno cento persone sarebbero pronte a giurare che ne ha dieci di più…altrettante che ne ha dieci di meno) di cui nessuno conosce o ricorda il vero nome; per tutti è semplicemente Slain. Fissato con i vecchi classici, trasmette da una sorta di strana baracca, sospesa tra due dei pilastri che sorreggono la Glassline di Lost London.  Molta gente gli deve dei favori, per questo ci sono sempre molte persone disposte ad aiutarlo, cosa che gli garantisce una sorta d’immunità diplomatica, anche quando pesta forte sul pedale dell’acceleratore in quanto a critiche e invettive. Un tempo reazionario, adesso si limita a osservare con occhio attento i mutamenti del tetro futuro, conservando uno spiccato antagonismo per le corporazioni e i loro tirapiedi. Eccentrico, gioviale, burbero e in definitiva borderline, conduce la trasmissione più seguita di tutto il centro America.