Spencer “Jesus” Foley

Spencer

Spiantato commediante d’avanguardia, con un notevole talento che lo rende spesso molesto e inopportuno. Fermamente credente, ha una visione della religione distorta, trovandosi spesso a mescolare dettami provenienti da culture agli estremi.  All’occorrenza è infatti capace di adattarsi e rivedere le proprie idee, esternando la meno indicata delle reazioni attraverso il suo ben noto “fervore cristiano”. Sembra essere convinto delle proprie doti artistiche e non si tira mai indietro quando c’è da intrattenere il pubblico pagante (piccolo o grande che sia). Affronta le sue tournée in compagnia di un insolita spalla comica: lo spirito santo. Chiunque abbia cercato di saperne di più a riguardo, ipotizzando che una simile trovata fosse frutto di una lunga serie di problemi psichici, ha presto desistito. Spencer tende ad autodefinirsi come un sognatore pragmatico, capace di grandi slanci cognitivi nel rispetto della sua ignoranza patologica.

Annette

Annette

Annette è una donna senza passato e una bambina privata del futuro. Coraggio, intraprendenza e un’irrefrenabile sete di conoscenza l’hanno guidata attraverso i mutamenti della sua duplice natura. Imprigionata in un passato dimenticato, muove i suoi passi nel presente fungendo da Ponte tra due mondi agli antipodi, l’uno la negazione dell’altro. Depositaria della Chiave Ucronica, ha vagabondato per gran parte del vecchio continente alla ricerca del Filamento di Crono , unico luogo al mondo dove poter allestire l’imbocco del Ponte. Annette è un’attenta osservatrice, molto sensibile ai cambiamenti impercettibili dell’esistenza. Sebbene patisca la morsa del caos e sia vittima di una forma sconosciuta di sinestesia, lotta continuamente per emergere da una memoria in perdita,  continuando la sua ricerca con assennata dedizione, conscia del fatto che la speranza è l’unico fragile divisorio tra le sue due esistenze e l’annichilimento sensoriale.

Jessie Holmes

Jessie

Jessie è una ragazza molto sagace e spigliata che ha appena terminato i suoi studi liceali. Crescere la spaventa, ma difficilmente sarà concorde nell’ammettere che si tratti di una sua debolezza. Ha sempre la battuta pronta (o quasi); cerca inoltre di sfruttare la propria intraprendenza per proteggere le persone a cui tiene (anche se ci sono un’infinità di cose capaci di terrorizzarla). Particolarmente testarda, preferisce poltrire, lasciando che siano gli altri a faticare, sebbene al momento del bisogno non si tiri indietro nemmeno di fronte a un compito particolarmente ingrato. Potrà rinfacciarlo più tardi -scherzosamente- al resto del gruppo. Vorrebbe diventare una giornalista e la sua innata curiosità l’ha già messa nei guai diverse volte. Essendo intimamente molto dolce, anche se questo stona un po’ con il suo umorismo caustico e meno conciliante, ama coccolare gli amici ed essere coccolata allo stesso modo (spesso eccedendo nelle dimostrazioni di affetto). Leale, superba per necessità e fortemente empatica.

Mark Poetry

Mark

Un ragazzo molto alla mano e socievole. Possiede una forza d’animo incredibile ed è capace di grandi imprese, purché siano “eticamente” accettabili. Apparentemente solare e imperturbabile, con la battuta sempre pronta, nasconde invece un lato molto sensibile, che gli consente di affrontare con stoicismo l’ineluttabilità del destino, anche quando non riesce a comprenderne la portata e ne soffre. Cerca  spesso di stemperare i momenti di grande malinconia con l’uso ragionato dell’umorismo, preferendo un approccio inizialmente “easy” a qualsiasi problema – piccolo o grande che sia – si frapponga tra lui e l’eventuale traguardo. Sorride ogni volta che può e possiede una luce particolare nello sguardo, capace d’infondere coraggio e determinazione in chiunque sia disposto ad ascoltarlo. Rispetto all’arte, essendo uno scrittore, si pone in modo estroso, senza però abbracciare nessuno degli estremi che potrebbero farne parte. Ama comporre meravigliose poesie e ascoltare musica alternativa, in special modo rock, indie e metal.

Valerie Polidori

Valerie

Valerie è una donna che fa dell’emancipazione a tutto tondo la sua carta vincente. Temeraria e spregiudicata, ha un carattere estremamente forte. Possiede quel tipo di temperamento che le permette di affrontare la vita con mordente, anche quando deve far fronte a problematiche apparentemente insuperabili. Sul piano emotivo risulta inintelligibile per la maggior parte del tempo, per quanto possieda un grado di sensibilità molto elevato che però riesce a celare abilmente. Conseguito il dottorato di ricerca in biotecnologie, ottenendo il migliore risultato possibile, entra a far parte di una misteriosa organizzazione, intenta a gestire sperimentazioni mediche su scala globale.  Nell’ambito lavorativo, così come nella vita, non è solita usare mezze misure, sfruttando al massimo il proprio potenziale. Sensualità, eleganza e intelligenza la rendono uno strumento perfetto in ambito mondano, consentendole di guadagnare consensi addirittura tra coloro che, sovente, condannano il suo operato.

Zero

Zero

Zero è un ragazzo dall’età indecifrabile, incline per natura ad accogliere i mutamenti del mondo con pacato stoicismo. Affronta la propria esistenza e quella degli altri con una calma imperturbabile, osservando interessato ogni cosa attiri la sua attenzione o lo coinvolga. Ha perso un frammento della sua anima lungo il tratto di passato che non riesce a ricordare, ma questo non gli impedisce di cimentarsi con imprese alle volte rischiose, come se custodisse in sé una memoria motoria – estremamente accurata – del periodo dimenticato. Sorride debolmente per approcciarsi al prossimo, seguito dal suo fidato “gattopalla”, creatura sovrannaturale (unica nel suo genere) della quale nessuno conosce l’origine. Zero detesta le grida e i litigi, per questo opta sempre per un confronto pacifico, che permetta alle persone coinvolte di trovare quantomeno un accordo temporaneo. Farlo arrabbiare è praticamente impossibile, ma quando avviene perde completamente il controllo, tramutandosi nella peggiore versione di se stesso; riportarlo alla ragione può essere molto complicato e altrettanto rischioso.